Home

8. I candidati al Consiglio Direttivo e Collegio Revisori

In questa pagina trovi le schede, ordinate alfabeticamente per cognome, dei candidati agli Organi Sociali: Consiglio Direttivo e Collegio Revisori.

Da statuto, il Consiglio Direttivo è composto da 9 membri, e il Collegio Revisori da 3 membri effettivi più 2 supplenti. Devono avere prestato attività di istruttore al CVC almeno una volta nel triennio precedente non meno di tre e non più di sei degli eletti al Consiglio Direttivo e non più di un Revisore effettivo ed uno supplente. La carica dura tre anni.

I votanti avranno comunque facoltà di indicare nomi non inclusi tra i candidati, purché rispondano a questi requisiti:

  • I nomi indicati devono corrispondere a Soci maggiorenni e in regola con la quota sociale.
  • I nomi devono essere indicati chiaramente e senza possibilità di incorrere in omonimie.
  • E’ inoltre raccomandato indicare prima il nome poi il cognome (es. Mario Rossi) e senza titoli di sorta (es. Sig. Ing . Dott. etc.)

Per riferimento dei votanti, i componenti degli attuali Consiglio Direttivo e Collegio Revisori sono elencati nella pagina Cariche sociali in questo sito.

CANDIDATI AL CONSIGLIO DIRETTIVO (in ordine alfabetico per cognome)


ROBERTO BEGHE’  (allievo)  Tessera n° 25190

Classe 1955. Felicemente pensionato, da sempre appassionato di mare e di vela.

Ho frequentato l’iter formativo del CVC dal 1997 al 2008 su cabinati.

Sono già stato eletto in passato sia nel Consiglio Direttivo che nel Consiglio dei Revisori, in quota Allievo.

Presento di nuovo la mia candidatura per aiutare la nostra Associazione ad attraversare questo momento di difficoltà, due braccia in più ai remi possono sempre servire.


ELISABETTA BOFFI  (allievo) Tessera n° 46393

Sono Elisabetta, avvocato giuslavorista, ho 48 anni e vivo tra Milano e Torino. La mia è una famiglia ricomposta: io e il mio compagno abbiamo cinque figli tra i 12 e i 18 anni.

Ho conosciuto il CVC in un momento particolare della mia vita. A Caprera ho ritrovato la forza di guardare al futuro con energia ed entusiasmo. Ho amato sin da subito lo spirito caprerino e ho cercato di trasmetterlo ai miei ragazzi ed ai loro amici.

Il mio desiderio di mettermi in gioco nasce, in realtà, qualche anno fa, il giorno in cui il mio figlio più grande, tornato dalla sua prima volta al CVC, mi disse: “Mamma, mi sembravi un’invasata quando parlavi di Caprera, invece avevi ragione. Lì ogni attimo racchiude in sé la bellezza dell’eterno.”

La mia candidatura all’AIVA si fonda dunque sulla volontà di consegnare ai giovani, alle generazioni che verranno, i valori che, a me per prima, il CVC ha trasmesso. Perché avere un cuore ricco di passione, uno spirito capace di condivisione, avere rispetto verso gli altri, la natura, le regole, sono le vele che ci consentono, qualunque sia il nostro approdo, di fare una buona navigazione.


GIOVANNI MASSIMO BOTTINI   (istruttore) Tessera n° 6465

Viviamo un momento delicato per la Associazione che deve tornare ad essere il riferimento di chi ha l’orgoglio di essere stato un allievo del CVC o dei Glenans.
Dobbiamo essere per gli oltre 150.000 allievi un punto di riferimento e di riconoscimento come era nelle intenzioni dei fondatori.


MASSIMO DELLA ROCCA   (istruttore)  Tessera n° 10643

Caprerino dal 1985. Dal 1989/90, dopo l’iter formativo da allievo di I° II° e III° livello, inizia la formazione quale istruttore deriva, CB2 e infine CB3.
Negli stessi anni CB di campeggio nautico Arcipelago Maddalena, Corsica, Sardegna.
Nel 2000 rifondo, con quattro amici caprerini, il Quadrante Capitolino.
Dal 2008 al 2017 nel Consiglio Direttivo nazionale di AIVA-CVC.
Dal 2011 al 2017 rappresentante in Assemblea del Centro Velico Caprera per conto di AIVA.
Dal 2017 ad oggi Revisore di AIVA-CVC.

Auspico una intesa con gli altri due soci del Centro Velico per una più efficace gestione operativa della Scuola, cui l’Associazione potrebbe contribuire gestendone sul continente, nel periodo invernale, alcune delle imbarcazioni destinate in quella stagione ad un “fermo” improduttivo, così come proficuamente già fatto nel 2015/16 con la partecipazione dell’imbarcazione d’altura Rigel II° al campionato invernale del Circeo, alle mini crociere autunno/primaverili nelle isole Ponziane, ai corsi manovra e di astronomia nautica, mantenendo vivo il legame tra gli allievi e la Scuola, come da sempre fatto dall’Associazione mediante iniziative teorico-pratiche e di navigazione a vela in tutti i Continenti.


MARIA LUISA FEZZARDINI    (allievo)  Tessera n° 48272

In breve, il mio CV. Dirigente di una primaria multinazionale statunitense nell’I/T e servizi, ho ricoperto negli anni mansioni manageriali, di project manager in progetti nazionali e internazionali, e negli ultimi anni nella funzione di Corporate audit & investigations. In tali ruoli ho avuto responsabilità gerarchica e funzionale di molti team di persone in Italia e all’estero, nonché responsabilità diretta verso i ruoli apicali interni e dei clienti.

Da settembre 2019 ho in carico i media dell’AIVA-CVC, ai quali ho cercato di ridare slancio, promuovendo la visibilità dell’Associazione.
È da pochi anni che mi sono appassionata alla vela, quindi le mie capacità in tale campo sono limitate. Sono però disposta a mettere le mie altre competenze al servizio dell’Associazione per quanto si renderà necessario.
L’attuale priorità è, a mio parere, il superamento dell’attuale crisi. L’Associazione si dovrà confrontare con difficoltà finanziarie e organizzative, i cui contraccolpi si prolungheranno sicuramente fino ad almeno tutto il 2021. Non meno importante è la rivitalizzazione del ruolo dell’Associazione, da fondare sulla sua “mission” rispetto al CVC.


SERGIO LOPEZ   (allievo)  Tessera n° 21328

Ho sempre partecipato con impegno alle attività del tavolo del Consiglio Direttivo per il mandato in scadenza. Caprerino sin dal 1994, ho percorso il completo iter formativo della Scuola. Sono un ingegnere, ma preferisco andare in barca a vela... sono un Istruttore e Stazzatore Federale FIV, ed Esperto Velista.

Nel 1998 ho fondato il Quadrante Dannunziano ed ancora oggi ne seguo le vicende, sono convinto che i Quadranti abbiano un ruolo primario nella vita di AIVA.

Garantisco a proseguire con responsabilità nel mio impegno al tavolo del costituendo Consiglio Direttivo.


MASSIMILIANO MARCHESE    (istruttore)  Tessera n° 41395

È un periodo difficile che ci consente di navigare solo a vista. Progettare o pianificare semplici navigazioni diventa difficile in questo stato di incertezza assoluta, senza sapere cosa ci riserverà il futuro. Vorrei darei il mio contributo all’associazione affinché si possa tornare al ciel sereno dopo una tempesta e sognare nuove navigazioni.

Nato a Torino il 29 aprile 1976 navigo ormai da tanti anni con la passione e l’amore per le regate, istruttore a Caprera e istruttore FIV, metto a disposizione la mia esperienza. Cito una frase... “finché non sei sconfitto sei destinato a vincere”.


FRANCESCO MIRABELLI   (allievo)  Tessera n°  17464

Frequento La Maddalena dal 1979, il CVC dal 1991 e sono Assistente di Turno da circa 10 anni (di solito alla base del Precrociera). Dal 2014 ho partecipato fattivamente alla Comandata Marketing per supportare la Scuola, anche organizzando vari eventi promozionali sia a Roma (dove vivo) che a Bologna e Prato. Per la Segreteria del CVC ho seguito l’attività delle convenzioni con enti e aziende.

Dal 2019 faccio parte del Consiglio Direttivo del Quadrante Capitolino di AIVA.

Come lavoro, sono Senior Product Manager di Servizi e Prodotti di investimento presso la direzione centrale di una banca e mi occupo di normativa, comunicazione interna ed esterna, operatività centrale e di rete.

Mi candido per il Consiglio di AIVA perché credo di poter dare una mano in un momento particolarmente difficile per tutti. Grazie a chi mi voterà.


ROBERTO OBERTI  (istruttore) Tessera n° 98 

(conosciuto anche come Spinone)
Ho frequentato per la prima volta il CVC nel 1969 e fu un colpo di fulmine. Istruttore nel 1969, CB nel 1970 e Comandante l'anno successivo.

Capoturno in diversi corsi, soprattutto nei corsi crociera. La navigazione alturiera è sempre stata la mia passione che ho cercato di trasmettere agli allievi e alla scuola interessandomi per diversi anni dei corsi crociera ed altura del CVC fino ad organizzare per tanti amici caprerini due regate atlantiche nel 1992 e nel 2000. Ho proseguito con una regata atlantica in due su un Pogo 8.50 nel 2009 e quindi nel 2012 ho fatto parte dell'equipaggio della prima barca italiana che ha effettuato il passaggio NordOvest navigando dall'oceano Atlantico all'oceano Pacifico. Sono stato presidente dell'AIVA per sei anni fino al 1999. Dopo una assenza di venti anni dalla vita operativa dell'AACVC, ritorno per aiutare i soci a trovare e vivere occasioni di navigazione d'altura.


EMILIO MARIANO PALLADINI   (istruttore)  Tessera n°  2506

Carissimi tutti, dopo un triennio che mi ha visto alla Presidenza della Associazione, sono disponibile a ricandidarmi nuovamente nonostante questi momenti di grande tensione e di cambiamenti che nessuno poteva immaginare all’alba del 21.mo secolo.

In occasione del primo insediamento ho proposto al Consiglio un programma di linee guida di cui una parte sono state realizzate, altre sono state iniziate senza risultato per il momento.

Ringrazio tutti i componenti del Consiglio uscente per l’impegno e la dedizione che hanno dimostrato durante il periodo trascorso e mi auguro che si possa ricomporre lo stesso gruppo al fine di consolidare l’unità di intenti che si è concretizzata durante tutto il periodo. Buon vento a tutti.


LIONELLO PETRUCCIOLI   (istruttore)  Tessera n°  46190

Sono stato a Caprera la prima volta, nel 1982, ho seguito quindi i diversi corsi, e sono diventato CB nel 1986.

Da allora sono sempre andato a Caprera, tranne pochi anni in cui mi sono dedicato a fare il padre a tempo pieno. Ho fatto dapprima i corsi C3, e poi gli itineranti, coprendo poi tutta la didattica sui cabinati.

Da quando è cominciata la “rifondazione” del CVC mi sono riavvicinato anche all’attività associativa, partecipando in modo particolare alla Comandata Formazione. Già candidato e consigliere eletto nello scorso triennio, ho partecipato alle attività gestionali dell’AIVA raggiungendo insieme agli altri consiglieri molti degli obiettivi posti all’inizio. Quelli soprattutto di una nuova sinergia tra Associazione Allievi e CVC. Alcuni altri obiettivi sono ancora da completare ed è necessario impegnarsi ancora, con lo stesso spirito caprerino di equipaggio.

In questo momento è particolarmente importante una sinergia tra istruttori e allievi, perché la scuola di Caprera è uno strano esempio di come sia importante la presenza di tutti i partecipanti: allievi ed istruttori che in realtà sono sempre in formazione, consci che su una barca si è un solo equipaggio e che insieme si impara, si cresce e ci si evolve.

Insieme, allievi e istruttori, sono gli attori che muovono e danno forza al CVC, in una sorta di cogestione del progetto caprerino su tutti i mari.


STEFANO RUMI   (istruttore) Tessera  n° 21222

Classe 1961 - Ingegnere - Residente a Milano - Allievo CVC del 1984, Istruttore dal 1989 - Formatore dal 1994. Consigliere uscente AIVA (dal 2017)

Mi ricandido come consigliere con l’obiettivo di:
- aiutare a rifondare i rapporti con la Scuola, cercando ogni possibile collaborazione e sinergia;
- attivare progetti, in collaborazione con il CVC, che permettano alla nostra associazione di superare il difficile momento;
- migliorare la promozione dell’AIVA tramite canali web (Facebook, Instagram, Twitter, ecc.);
- cercare una migliore collaborazione da parte della scuola per promuovere l’AIVA a Caprera.


GIUSEPPE SALOTTOLO (istruttore) Tessera n° 28856

Cari amici e compagni di vela, mi chiamo Beppe Salottolo, frequento il CVC da 20 anni e sono istruttore dal 2007 ed Esperto Velista della LNI dal 2011.

Finalmente mi sono deciso a entrare nella grande famiglia dell'AIVA-CVC e a candidarmi per gli Organi Collegiali.

"Perché solo oggi?" Perché frequentando assiduamente la nostra Scuola (dove ho fatto circa 80 corsi da istruttore) e la LNI di Castellammare di Stabia (come istruttore e membro di Organi Collegiali), e avendo una mia barca a vela, non ho mai avuto la possibilità di navigare con l'AIVA.

"Perché proprio oggi?" Perché nell'attuale difficile situazione provocata dal COVID19 penso che sia doveroso cercare da parte di ognuno di dare una mano e collaborare per una rapida ed efficace ripresa delle attività.

"Perché quando il gioco si fa duro, i duri scendono in campo". Scherzi a parte, navigando da più di 40 anni in Mediterraneo e avendo fatto più di una traversata atlantica, penso di avere un'esperienza sufficiente per poter dare un valido contributo all'AIVA-CVC.

Sperando di poter navigare presto insieme, Vi ringrazio e Vi abbraccio. Buon Vento.


ANTONIO SARTORI (istruttore) Tessera  n°  1616

Allievo 1972, Istruttore Pasqua ‘74, CB 2 Natale ‘76, CB 3 Primavera ‘77. Sono stato in esecutivo ed assemblea CVC, Presidente AIVA.

Pensionato dal lavoro e mio malgrado da istruttore CVC. Ho idee e tempo da dedicare all’AIVA.


FRANCO SCATOLERO  (allievo) Tessera  n° 5911

Dal mio n° di tessera è possibile capire da quanti anni navighi a vela. Il mio primo istruttore mi ha guidato nel mistero della vela, a lui devo molto, il caro Coluccini. Con lui ho fatto esperienze molto interessanti, quali la navigazione con maltempo in Scozia, corso di navigazione che ci ha regalato giorni di adrenalina. Ho partecipato al corso istruttori, ma non sono stato promosso con molti altri: passo su quel che ho visto durante quel corso! Navigo tutti gli anni, Croazia, Grecia, Albania, Puglia, Basilicata un tempo navigavo nel mar Ligure e Tirreno. Ho al mio attivo più di 100.000 Mgl!!


SAVERIO VELLA  (istruttore)  Tessera n° 7819

Classe 1951 - architetto - residente a Fiesole (FI). Allievo CVC dal 1982, istruttore e CB dal 1985 - da allora sempre presente tutte le stagioni al CVC.

Dal 1982 nella vecchia Delegazione Toscana AACVC. Socio Fondatore del nuovo “Quadrante Toscana” AACVC nel 1995, dal 2004 Presidente dello stesso.

Consigliere AACVC nel triennio 2005-2007, nel triennio 2008-2020 e nel triennio 2011-2013. Consigliere AIVA-CVC nel triennio 2014-2016 e nel triennio 2017-2019.

Membro del Comitato Esecutivo del CVC (in quota AIVA) nel triennio 2017-2019.

Nel Consiglio Direttivo AACVC in passato ho dato il mio contributo alla redazione del Regolamento delle Strutture Periferiche (Delegazioni e Quadranti), alla definizione dei “meccanismi” per il loro funzionamento, e alla crescita delle stesse.

Nel 2013 ho collaborato attivamente, all’interno del Consiglio AACVC, alla “costruzione” del progetto AIVA-CVC, ovvero una “casa comune” per Allievi, Istruttori e Volontari tutti del CVC.

Nelle ultime due consiliature (2014-2016 e 2017-2019) ho cercato di sostenere l’AIVA, in un periodo molto difficile della sua esistenza. In particolare, negli ultimi 2 anni ho seguito il progetto del nuovo sito web dell’AIVA e coordinato il rinnovamento della comunicazione sui social media.

Offro la disponibilità a lavorare nel prossimo Consiglio AIVA-CVC, con l’obiettivo di:
- attuare tutte le possibili sinergie con il CVC, attivando progetti comuni utili sia alla scuola che alla nostra associazione, e superando difficoltà ed incomprensioni passate.
- contribuire alla migliore gestione del CVC, ad esempio sostenendo il progetto di trasformazione del CVC in Fondazione.
- salvaguardare gli scopi statutari della nostra Associazione: lo sviluppo della cultura nautica dei Soci, attraverso le tradizionali attività ed iniziative: navigazioni, corsi di formazione, ecc.
- sostenere lo sviluppo dei Quadranti e Delegazioni, in un contesto di piena integrazione con AIVA centrale


MARINA ZANNINI   (istruttore)  Tessera n°  369

Istruttore CB della scuola di Caprera. Grazie alla famiglia vado in barca da quando avevo 6 anni.

Sono stata Consigliera e Direttrice del giornale “Dentro fuori Porto Palma” rinnovandolo nella sua parte grafica. Ad oggi grazie alla fiducia del Presidente e del Consiglio, ricopro il prestigioso ruolo come delegata in assemblea (unica donna) del Centro Velico Caprera.

Desidero dedicare nuovamente del tempo alla associazione portando e mettendo a disposizione dell’A.I.V.A.: energia, novità, passione, storia, esperienza e tutto quello che serve, per farla navigare in sicurezza e a gonfie vele con gioia e professionalità così da essere uniti e forti essendo A.I.V.A. un pilastro del CVC. In ultimo ritengo importante la presenza di quote rosa.


CANDIDATI AL COLLEGIO REVISORI  (in ordine alfabetico per cognome)


MARIELLA ARIATTA OLIVANI  (istruttore)  Tessera n° 2688

Arrivata a Caprera nel 1977, sono diventata Istruttore nel 1982 e poi CapoBarca nel ‘84.

Fedelissima dell’AIVA, di cui sono socia a partire dal 1977, ho partecipato come CB ai numerosi raduni e crociere organizzate dall’Associazione.

In passato (2008-2017) ho ricoperto il ruolo di Consigliere e anche di Revisore. Perciò in quest’occasione ho prontamente risposto al grido “MANI !”


ROBERTO BEGHE’   (allievo)  Tessera n° 25190

Classe 1955. Felicemente pensionato, da sempre appassionato di mare e di vela.

Ho frequentato l’iter formativo del CVC dal 1997 al 2008 su cabinati.

Sono già stato eletto in passato sia nel Consiglio Direttivo che nel Consiglio dei Revisori, in quota Allievo.

Presento di nuovo la mia candidatura per aiutare la nostra Associazione ad attraversare questo momento di difficoltà, due braccia in più ai remi possono sempre servire.


LUCA BRUCHE' (istruttore)  Tessera n° 4503

Socio AIVA dal 1979. Istruttore e CB del CVC. Ho partecipato a innumerevoli attività dell'Associazione nel corso degli anni. Crociere invernali ed estive, raduni autunnali e primaverili, e soprattutto all'attività che considero il fiore all'occhiello di AIVA: il Campeggio Nautico. Ho fatto parte, negli anni '80 e '90, del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori. Sono pronto a ritornare all'opera!


GIUSEPPE DE PALMA  (allievo)  Tessera n° 41476

Sono sempre stato affascinato dal mare sin da bambino, il mare è la mia passione. Quando sei in mare la tua mente è sgombra, libera da qualsiasi confusione, sei concentrato. Il mare ha molto da insegnare: innanzitutto la conoscenza dei propri limiti, e poi l’amore per la natura ed il rispetto per tutte le creature e le cose della terra.

Da quando ho seguito il primo corso a Caprera ho iniziato a cimentarmi con la vela in navigazioni sempre più impegnative. Ogni anno partecipo a due-tre navigazioni in giro per il mondo.

Ora non lavorando più con continuità, ho più tempo per dedicarmi a questa mia passione e mi piacerebbe quindi dare un mio più fattivo contributo all’Associazione.


ROBERTO OBERTI  (istruttore) Tessera n° 98 

(conosciuto anche come Spinone)
Ho frequentato per la prima volta il CVC nel 1969 e fu un colpo di fulmine. Istruttore nel 1969, CB nel 1970 e Comandante l'anno successivo.

Capoturno in diversi corsi, soprattutto nei corsi crociera. La navigazione alturiera è sempre stata la mia passione che ho cercato di trasmettere agli allievi e alla scuola interessandomi per diversi anni dei corsi crociera ed altura del CVC fino ad organizzare per tanti amici caprerini due regate atlantiche nel 1992 e nel 2000. Ho proseguito con una regata atlantica in due su un Pogo 8.50 nel 2009 e quindi nel 2012 ho fatto parte dell'equipaggio della prima barca italiana che ha effettuato il passaggio NordOvest navigando dall'oceano Atlantico all'oceano Pacifico. Sono stato presidente dell'AIVA per sei anni fino al 1999. Dopo una assenza di venti anni dalla vita operativa dell'AACVC, ritorno per aiutare i soci a trovare e vivere occasioni di navigazione d'altura.


GIULIANO RAMELLA  (allievo)  Tessera n°  266

Caprerino fin dal 1968, ho esercitato a tutti i livelli di insegnamento, dalle derive all'Altura.
Ho navigato per Caprera e per l'Associazione in Mediterraneo e in Atlantico, portando in giro i miei allievi negli anni.
Da molti anni navigo al di fuori di queste due Istituzioni, sempre con amici del giro di Caprera.
Sono stato consigliere di AACVC negli anni 90 e negli anni 10 del 2000, poi ho lasciato il posto ai più giovani.
Negli ultimi due trienni ho svolto il compito di revisore dei conti, contribuendo al delicato compito di supportare il Consiglio direttivo di AIVA quando richiesto dalle situazioni di criticità che si sono verificate.
Sono disponibile a ricoprire ancora questo ruolo, conscio del difficile compito che AIVA dovrà svolgere nel complesso momento che si presenta.


GIUSEPPE SALOTTOLO (istruttore) Tessera n° 28856

Cari amici e compagni di vela, mi chiamo Beppe Salottolo, frequento il CVC da 20 anni e sono istruttore dal 2007 ed Esperto Velista della LNI dal 2011.

Finalmente mi sono deciso a entrare nella grande famiglia dell'AIVA-CVC e a candidarmi per gli Organi Collegiali.

"Perché solo oggi?"Perché frequentando assiduamente la nostra Scuola (dove ho fatto circa 80 corsi da istruttore) e la LNI di Castellammare di Stabia (come istruttore e membro di Organi Collegiali), e avendo una mia barca a vela, non ho mai avuto la possibilità di navigare conl'AIVA.

"Perché proprio oggi?" Perché nell'attuale difficile situazione provocata dal COVID19 penso che sia doveroso cercare da parte di ognuno di dare una mano e collaborare per una rapida ed efficace ripresa delle attività.

"Perché quando il gioco si fa duro, i duri scendono in campo". Scherzi a parte, navigando da più di 40 anni in Mediterraneo e avendo fatto più di una traversata atlantica, penso di avere un'esperienza sufficiente per poter dare un valido contributo all'AIVACVC.

Sperando di poter navigare presto insieme, Vi ringrazio e Vi abbraccio. Buon Vento.


ELEONORA TESSER (allievo) Tessera n° 33421

Allieva del CENTRO VELICO DI CAPRERA dal 2003

Assidua frequentatrice navigazioni AIVA CVC

Attività di segreteria e grafica Sito come Volontaria del QUADRANTE LOMBARDO AIVA CVC

Carica di Revisore nel triennio 2017_2020


caprera
aeronautica
eurometeo
guardiacostiera
lamma